Stazioni per il Service GPL e Metano in sicurezza

Attrezzature per operare in sicurezza con GPL e Metano: praticità ed obblighi di legge

Le stazioni per il recupero/travaso in fase liquida (GPL) e della combustione del residuo in fase gassosa (GPL e Metano) permettono di svolgere il lavoro in totale sicurezza per sè e per il proprio luogo di lavoro, senza l’antipatica pretesa che l’utente finale consegni la vettura con il serbatoio vuoto (cosa che, come si sa, nonostante le raccomandazioni, accade comunque ben di rado). L’attrezzatura permette di procedere al lavoro all’istante e ciò rappresenta un servizio in più che si offre al proprio cliente e, quindi, un’opportunità in più di lavoro per l’officina.

Ma la praticità non è l’unico valido motivo per dotarsi di una stazione GPL e/o Metano: ci sono anche le disposizioni di legge da rispettare.

Il D.Lgs. 81/2008, ovvero il “Testo Unico per la Sicurezza del Lavoro” è un provvedimento normativo che è stato emanato al fine di riordinare e di coordinare, all’interno di un unico testo, tutte le norme in materia di salute e di sicurezza dei lavoratori nel luogo di lavoro.

Tra i tanti obblighi previsti dalla legge, il principale è quello che impone al Datore di Lavoro la valutazione dei rischi in azienda e, conseguentemente, gli interventi da adottare per il miglioramento della sicurezza e della salute dei lavoratori; cioè la redazione di quello che comunemente viene chiamato Documento di Valutazione dei Rischi (DVR).

A titolo di esempio non esaustivo, rientrano in questo contesto: l’adeguamento delle strutture, degli impianti e delle attrezzature, il controllo di natura sanitaria, i corsi di formazione e tutti gli altri aspetti obbligatori, la cui carenza o mancanza potrebbero esporre l’azienda a significative sanzioni.

Il Testo Unico per la Sicurezza del Lavoro si applica a tutte le aziende, private e pubbliche, di qualsiasi settore di attività, in cui sia presente anche un solo lavoratore, subordinato e autonomo, nonché ai soggetti che possono essere equiparati ad essi.

“Cosa centra il D.V.R. con l’assistenza sugli impianti a gas…?”

Tra i rischi che occorre valutare all’interno del D.V.R. ci sono le attività che si svolgono nell’attività di manutenzione. Nello specifico, ci referiamo ovviamente agli interventi di manutenzione su autoveicoli con impianto a gas.

Le misure atte a prevenire i rischi, al momento, sembrano lasciate alla libera interpretazione (e, mediamente, sono molto blande), ma la legge, in tal senso, è estremamente chiara: la responsabilità dello svolgimento in sicurezza di queste lavorazioni è demandata al Datore di Lavoro che deve mettere in atto tutte le misure di prevenzione e protezione che il progresso tecnologico mette a disposizione e vigilare sul loro rispetto.

Il GPL ed il METANO sono gas che, per loro natura, generano potenziali e ben noti rischi.

Oggi la soluzione a queste problematiche esiste: dotare la propria officina di un’attrezzatura, certificata ATEX e conforme alle normative CE, che garantisce le attività sui serbatoi GPL e Metano in totale sicurezza.

SICUR GAS

SicurGas-GPL Rec-Gas
metano
SicurGas-Metano
Facebook
Ciao,
come posso aiutarti?
Powered by

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi